• Security Intelligence in ambito aziendale, una sfida impegnativa

    La Security Intelligence è un bene essenziale per le aziende ma negli ultimi anni si sta divulgando un trend pericoloso che vuole la security aziendale dirottata nella cyber security, addirittura confondendo i ruoli. Salvatore Castiglia, general manager di Kriptia, riassume nell'articolo i contenuti del convegno del 20 giugno, dove relatori di primissimo piano hanno dibattuto l'argomento. Guarda le registrazioni degli interventi.

    1700 visualizzazioni
  • Security intelligence nel contesto aziendale. Guarda il video podcast

    Cosa serve alla sicurezza aziendale per prevenire i rischi? Come si possono utilizzare metodi come Osint e Humint? Cosa possono fare le PMI che non sono in grado di dotarsi di strutture autonome per la cybersecurity, il travel risk management, la business intelligence? Nel convegno del 20 giugno organizzato da Kriptia si cercheranno le risposte.

    862 visualizzazioni
  • Security Intelligence nel contesto aziendale, tra physical e cyber security

    Kriptia è lieta di presentare il seminario “Security Intelligence nel contesto aziendale, tra physical e cyber security” che si propone di mettere in luce il collegamento – in termini di utilità e conformità con il contesto aziendale – tra le analisi d’intelligence finalizzate alla security e all’investigazione e quelle per fini commerciali in tema di analisi delle controparti, business intelligence e travel security.

    1258 visualizzazioni
  • Cresce Rete Vigilanza Italia, altre otto adesioni

    Con l'adesione di altri sette istituti di vigilanza e una società di portierato, sale a 35 il numero delle società di sicurezza che aderiscono a Rete Vigilanza Italia. Convocato per l'8 giugno il Comitato di Gestione con diversi punti all'ordine del giorno, fra cui prospettive per l'acquisizione di contratti a livello nazionale, iniziative per economie di scala, analisi degli enti certificatori.

    1749 visualizzazioni
  • Perché Rete Vigilanza Italia

    Valorizzare le imprese della vigilanza nei propri territori, rispondere alle richieste di servizi integrati di alta qualità, crescere insieme nei servizi tradizionali e in quelli innovativi. Questi i motivi alla base di Rete Vigilanza Italia, spiegati da Giancarlo Liberatore, Presidente di Vigilanza Group, e Angelo Paolo Pietroboni, Direttore Generale, promotori del progetto pronto alla partenza.

    3078 visualizzazioni

errore